Geotecnica Sismica

L’area di ricerca di Geotecnica Sismica si occupa di problematiche tipiche sia della sismologia applicata all’ingegneria che dell’ingegneria geotecnica sismica. Le attività riguardanti la sismologia applicata all’ingegneria comprendono:

  • Stima della pericolosità sismica ad un sito specifico o per un territorio esteso (macro-zonazione sismica) mediante metodi probabilistici;
  • Calcolo di spettri di risposta isoprobabili con approcci standard ed a sismicità diffusa;
  • Disaggregazione della pericolosità sismica e definizione di eventi di scenario;
  • Selezione di accelerogrammi reali spettro- e sismo-compatibili da applicare come azione sismica per analisi dinamiche;
  • Definizione di mappe di scuotimento sismico deterministiche prodotte da simulazione numerica di terremoti di scenario con calcolo di sismogrammi sintetici utilizzando un modello cinematico di sorgente sismica estesa;
  • Redazione di mappe di microzonazione sismica sia per lo scuotimento sismico che per gli effetti co-sismici o indotti;
  • Studio degli effetti sullo scuotimento prodotti dalla vicinanza del sito di interesse a faglie sismogenetiche attive (ad es. polarizzazione, direttività, spostamento permanente);
  • Studi di fattibilità di sistemi di allerta precoce (early-warning sismico).

 

Le attività riguardanti l’ingegneria geotecnica sismica includono:

  • Caratterizzazione geotecnico-sismica e geofisica di siti mediante indagini sismiche in sito non-invasive basate sull’uso delle onde di Rayleigh;
  • Valutazione degli effetti di sito dovuti alle condizioni geologiche, geomorfologiche e geotecniche locali: amplificazione locale litostratigrafica e topografica, effetto di bordi di bacino dovuti a forti contrasti laterali di impedenza meccanica, effetto della variabilità spaziale delle proprietà del suolo (attraverso analisi stocastiche 1D e 2D);
  • Stima degli effetti indotti dallo scuotimento sismico: instabilità co-sismica e post-sismica dei versanti naturali, liquefazione, cedimenti ed espansioni laterali nei terreni;
  • Definizione di curve di fragilità per diverse tipologie di banchine portuali e per gallerie;
  • Verifica sismica di strutture strategiche di interesse geotecnico (es. dighe in terra);
  • Definizione di mappe di danno per aree di particolare interesse geotecnico, come le aree portuali;
  • Sviluppo di piattaforme GIS (Geographic Information System) per aree ed opere di particolare interesse geotecnico (es. aeroporti);
  • Progettazione sismica di sistemi fondazionali, opere di sostegno delle terre, costruzioni in sotterraneo (es. gallerie metropolitane);
  • Studio e modellazione numerica di problemi di interazione dinamica terreno-struttura.
WordPress Appliance - Powered by TurnKey Linux