Rivista “Progettazione Sismica”

In un territorio interamente ed altamente sismico come quello Italiano, lo strumento più efficace per difendersi dai terremoti è la prevenzione in tempo di pace. Progettazione Sismica, rivista quadrimestrale edita da Eucentre (ex IUSS Press), ha l’aspirazione di far crescere, attraverso una costante opera di informazione e sensibilizzazione, proprio la cultura della prevenzione. Nel titolo è enfatizzata la parola “progettazione” perché attraverso la descrizione delle opere progettate e realizzate si possono mettere in comunicazione il mondo professionale con quello accademico e delle istituzioni: ed infatti la rivista si rivolge a professionisti, funzionari, industria delle costruzioni, accademici e studenti. Il progetto editoriale è stato avviato nel 2008 attraverso un intenso lavoro per definirne l’organizzazione, i contenuti, i comitati editoriali, le linee di marketing e per individuare autori stimati e competenti nonché valutare e revisionare i primi articoli in modo paziente e meticoloso. È stato così possibile, ad inizio 2009, dare alle stampe il primo numero. A fine 2013, dopo cinque anni di pubblicazioni, sono stati realizzati e distribuiti 16 numeri coinvolgendo 372 autori singoli tra accademici e professionisti, per un totale di 227 contributi e 630 firme. Il formato cartaceo ha avuto finora una tiratura variabile fra 1500 e 5000 copie, anche a seconda della tipologia di pubblicazione, mentre ben superiore è il numero di visualizzazioni delle anteprime on-line e dei contatti. Un singolo numero prevede mediamente più di 150 pagine di contenuti pratici (che diventano oltre 250 nel caso di numeri monotematici o speciali).

I contributi di istituzioni, docenti, ricercatori e professionisti hanno continuato ad essere qualitativamente e quantitativamente ricchi, così da consentire di perseguire gli obiettivi che sin dall’inizio ci si era dati. Un sempre maggior coinvolgimento di professionisti ed aziende, auspicato fin dall’ideazione di questo progetto, si è verificato anche grazie alla diversificazione della tipologia dei contributi. Gli autori, comunque, non sono gli unici a cui va dato il merito di aver tenuto in vita la rivista: anche ai lettori spetta un ruolo di primo piano, perché “si sa […] che sono i lettori, tanti ed intelligenti, che fanno vivere una rivista e ne decretano l’utilità, ne influenzano i contenuti e la qualità, ne diventano i veri autori.” (PS n.1-2009, Editoriale).

Allo stato attuale i contributi sono organizzati in editoriali, articoli, schede tecniche e rubriche. Attraverso gli editoriali sono stati spesso trattati temi di grande importanza come il rapporto fra necessità e risorse, fra terremoti ed assicurazioni, fra l’elevata vulnerabilità del patrimonio costruito Italiano e la necessità di adeguarlo ai livelli di sicurezza previsti dalle Norme; si è parlato della necessità di effettuare interventi di adeguamento in “tempo di pace”, del significato di spettri a probabilità uniforme, delle conseguenze che avrebbero terremoti Mw = 7 in Italia, della definizione di classi di rischio sismico degli edifici, di un unico parametro per la valutazione di prestazioni termiche e sismiche.

Gli articoli, generalmente incentrati sui molteplici aspetti pratici riguardanti le problematiche di progettazione e realizzazione di nuove strutture (in c.a., acciaio, legno, muratura, prefabbricato, inclusi ponti e infrastrutture) e l’adeguamento sismico di quelle esistenti, trattano anche valutazioni di pericolosità, microzonazione e input, vulnerabilità e rischio sismico, soluzioni innovative, sistemi di isolamento e dissipazione, modellazione ed analisi numerica, aspetti geotecnici, interpretazione delle norme, prove in situ ed in laboratorio. Le schede tecniche, focalizzate su di un progetto specifico descritto prevalentemente attraverso elaborati grafici e documentazion e fotografica, sono una novità introdotta a partire da metà 2012. Vengono realizzate da professionisti ed aziende contando, se richiesto, anche sul supporto della redazione, in modo da minimizzare il tempo sottratto all’attività professionale. A questi contenuti si aggiungono i costanti aggiornamenti provenienti dalle rubriche dedicate alle attività del Dipartimento della Protezione Civile (DPC), della Rete dei Laboratori Universitari Italiani (ReLUIS), dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), della Fondazione Eucentre e della Fondazione GEM (Global Earthquake Model). Altre rubriche, presenti più saltuariamente, sono state curate dal Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, dal Ministero dei Beni Culturali e dal Consiglio Nazionale degli Ingegneri, oltre che dagli stessi lettori.

Progettazione Sismica ha raccolto e divulgato una notevole mole di informazioni sul terremoto del 2009 in Abruzzo (260 pagine, 21 articoli, 144 Autori), su quello del 2011 in Giappone (traducendo anche i numerosi contributi provenienti dalle squadre di ricognizione operanti sul campo nelle ore immediatamente successive all’evento) ed è stata la prima a distribuire un numero monotematico sugli eventi che hanno colpito l’Emilia nel maggio 2012 (230 pagine, 16 articoli, 71 Autori). Il numero monotematico in Italiano e quello speciale in Inglese sul terremoto in Abruzzo sono tuttora disponibili gratuitamente in formato cartaceo ed integralmente consultabili on-line sul sito web della rivista; quello relativo al terremoto in Emilia lo è a partire dai primi mesi del 2014.

I principali canali di divulgazione sono il sito web (www.progettazionesismica. it) ed i social network (Linkedin, Twitter, Facebook, Google+Viadeo), ma la visibilità è alimentata anche attraverso partnership con media di settore, campagne promozionali mediante i principali motori di ricerca web, comunicazioni mirate via mail, contatti con Associazioni e Ordini Professionali, presenza a fiere, congressi e convegni. A inizio 2014 è stata aggiornata la sezione “Articoli e anteprime” del sito web di Progettazione Sismica. Ora sono consultabili le anteprime di tutti i numeri pubblicati, così come alcuni articoli, schede tecniche ed editoriali selezionati sono integralmente visibili on-line in forma di documenti sfogliabili. Le anticipazioni dinamiche e le principali notizie provenienti dal mondo dell’ingegneria sismica sono pubblicate sui social network. In particolare la pagina Linkedin, in costante crescita, a fine 2013 ha raggiunto quasi 1000 followers e fatto registrare da 6000 a 7500 contatti per quanto riguarda aggiornamenti di sommari e anteprime a numero. Le altre pagine aziendali presenti su Twitter, Facebook e Google+, più recenti ed assestate per ora su numeri più piccoli, sono anch’esse in costante crescita.

La distribuzione di Progettazione Sismica è gestita attraverso il Bookstore.

Fra le varie iniziative in fase di valutazione e di avvio ricordiamo la realizzazione di un nuovo portale web, la distribuzione della rivista in formato elettronico, la richiesta di indicizzazione, l’ideazione di numeri monotematici da pubblicare in tempo di pace e di allegati speciali.

Come la redazione ha incessantemente comunicato nel recente passato attraverso svariati canali, rinnoviamo ancora una volta l’invito ad autori e lettori a sostenere questo progetto, per “incrementare ulteriormente il numero di Persone ed Enti che si impegna a costruire una sempre migliore Progettazione Sismica.” (PS n.1-2012, Dalla redazione).

Vai al sito di PROGETTAZIONE SISMICA

WordPress Appliance - Powered by TurnKey Linux