Dal 19 settembre al 26 Ottobre sono state condotte le verifiche di agibilità degli edifici monumentali nelle zone colpite, sotto il coordinamento congiunto del Dipartimento della Protezione Civile e del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e del consorzio Reluis.
Una squadra congiunta EUCENTRE-Università degli Studi di Pavia è stata messa a disposizione ogni settimana per tutta la durata dei sopralluoghi, che sono stati temporaneamente interrotti a causa della seconda forte scossa del 26 Ottobre.
Complessivamente sono state dispiegate 5 squadre, per 10 persone su campo, per un totale di quasi 50 giorni uomo. Sono state ispezionate in totale 93 chiese e 1 palazzo nelle province di Ascoli Piceno, Macerata, Fermo, L’Aquila e Teramo. Più della metà delle strutture (51%) sono risultate inagibili.
Nelle figure che seguono si riportano i dati di sintesi delle ispezioni e degli esiti.

Figura 1. Esiti di Agibilità sulle Chiese


Figura 2. Esiti di Agibilità sulle Chiese, per regione


Figura 3. Esiti di Agibilità sulle Chiese, per provincia


Figura 4. Distribuzione geografica delle ispezioni: in rosso i luoghi epicentrali (in rosso scuro le scosse successive al 26 ottobre), in verde i beni culturali ispezionati prima del 26 Ottobre

WordPress Appliance - Powered by TurnKey Linux