Principali progetti conclusi o in fase di completamento
Le principali attività svolte nel corso dei primi anni di Eucentre sul comportamento sismico delle strutture in muratura e del patrimonio storico-architettonico hanno riguardato:

  • Ricerche teorico-numeriche per la definizione di metodi di analisi adeguati e di azioni di progetto coerenti per l’edilizia in muratura di nuova costruzione ed esistente. I principali prodotti di queste attività consistono nella definizione di nuovi fattori di struttura per la verifica mediante l’analisi lineare degli edifici in muratura, inclusivi del fattore di sovra resistenza (importante innovazione in ambito normativo); nello sviluppo di metodi e software di calcolo per l’analisi globale non lineare a macroelementi (statica e dinamica) degli edifici in muratura e a struttura mista muratura-cemento armato; nella definizione di metodologie di verifica sismica per azioni fuori del piano di pareti murarie o macro-elementi strutturali. Le attività sopramenzionate sono state svolte principalmente con finanziamenti del Dipartimento della Protezione Civile e di partners industriali;
  • Ricerche sperimentali finalizzate alla valutazione di tecniche
  • efficaci di consolidamento sismico degli edifici esistenti in muratura, con particolare riferimento agli interventi sui diaframmi orizzontali (solai, coperture) e ai collegamenti orizzontamenti-murature. Tali ricerche si sono incentrate su tre prove dinamiche sperimentali in grande scala su tavola vibrante di prototipi di edifici in muratura in pietra, finanziate dal Dipartimento della Protezione Civile (Progetto Esecutivo Eucentre e Progetto Reluis 2005-2008). Grazie ad una serie significativa di prove complementari di caratterizzazione dei materiali e di prove statiche su elementi strutturali (maschi e fasce murarie) sono stati calibrati modelli numerici di supporto alla progettazione delle prove e alla previsione della risposta degli edifici prototipo.
  • Ricerche numeriche volte all’analisi dell’approccio di normativa per la verifica sismica degli edifici esistenti in muratura, basato sulla definizione di livelli di conoscenza e fattori di confidenza, e alla proposta di un approccio più coerente, che tenga conto di tutte le fonti di incertezza e produca risultati più affidabili.
  • Ricerche numerico-sperimentali finalizzate a una definizione più accurata della capacità di spostamento di diversi elementi strutturali in muratura.
  • Ricerche coordinate internazionalmente finalizzate allo studio sperimentale e teorico del comportamento sismico delle più recenti tipologie e tecniche costruttive murarie europee (ad es. progetto europeo ESECMaSE). In parallelo a tale attività si è svolta una dettagliata disamina dei dati sperimentali ottenuti da prove sperimentali di diversi laboratori europei su muri e pannelli in laterizio, al fine di ottenere, mediante una simulazione numerica sistematica, chiare indicazioni sulle prestazioni e sui criteri progettuali per la muratura in laterizio in zona sismica (ricerca commissionata da Wienerberger AG). Sempre nell’ambito delle tecnologie per le nuove costruzioni si è svolta una articolata ricerca sperimentale e numerica finalizzata alla qualifica dell’impiego dei blocchi in calcestruzzo aerato autoclavato (AAC) sia come materiale per le tamponature sia come materiale con funzione strutturale/portante (ricerca commissionata da Xella e RDB-Hebel). Un’analoga ricerca sperimentale è stata intrapresa recentemente relativamente alla muratura in blocchi laterizi a setti sottili e giunti sottili (ricerca finanziata da ASSOPLAN);
  • Simulazione numerica del comportamento sismico di edifici in muratura semplice od armata in blocchi di calcestruzzo alleggerito (ricerca commissionata da ANPEL – Laterlite).
  • Sviluppo di strumenti/software di calcolo ad-hoc per il progetto e la verifica di tamponamenti in muratura con armatura orizzontale a traliccio nello spessore dei giunti di malta (consulenza commissionata da Bekaert) e grandi tamponamenti industriali in muratura armata in blocchi in calcestruzzo alleggerito (ricerca finanziata da ANPEL – Laterlite).
  • Ricerche finalizzate alla elaborazione di procedure, manuali e linee guida per la valutazione e la riduzione della vulnerabilità sismica delle costruzioni esistenti in muratura sia a scala urbana/territoriale che di singolo manufatto, nell’ambito di attività commissionate da vari Enti pubblici (Ministero degli Esteri, Regione Lombardia), ed in cooperazioni scientifiche internazionali (ad es. Pakistan, India, Slovenia).
  • Ricerche numerico-sperimentali finalizzate allo studio di tecniche di intervento tradizionali e innovative per la riduzione della vulnerabilità sismica dei monumenti (applicazione a templi indù e greco-romani, in collaborazione con la sezione Geotecnica Sismica e l’IIT Madras, finanziamento Regione Lombardia).
  • Consulenza, formazione e supporto tecnico-scientifico nell’applicazione di criteri di progetto antisismici, nella verifica e valutazione della sicurezza delle strutture in muratura e monumentali.
  • Studio analitico e sperimentale del comportamento sismico delle tamponature in laterizio: soluzioni tradizionali o innovative e metodi di verifica (in collaborazione con ANDIL).
  • Studi numerico-sperimentali per la valutazione del contributo delle fasce di piano alla risposta sismica di edifici in muratura.

In particolare è stato ed è tuttora significativo il contributo di Eucentre allo sviluppo dei recenti documenti normativi riguardanti la progettazione e la verifica sismica delle costruzioni in muratura (Ordinanza PCM 3431/2005, Norme Tecniche sulle Costruzioni D.M. 14/1/2008 e relative Istruzioni Circ. 2/2/2009, appendici nazionali agli Eurocodici).
La sezione strutture in muratura di Eucentre, inoltre, svolge attività di consulenza nelle procedure di accreditamento (certificato di idoneità) delle nuove tecnologie costruttive in muratura, sia in ambito nazionale che europeo.

WordPress Appliance - Powered by TurnKey Linux